Quotidiano | Categorie: Sanità

Nuovo call center per i medici di Piovene

Di Guido Gasparin | Mercoledi 17 Aprile 2013 alle 18:45 | 2 commenti

ArticleImage

Nuove modalità per l’accesso agli ambulatori dei medici di famiglia di Piovene Rocchette. L’Ulss 4 Alto Vicentino, in collaborazione con i Medici di famiglia della Medicina di Rete del paese e la dottoressa Alberta Pegoraro di Carrè, ha attivato un call center e un sito internet che permettono  di prenotare non solo le prestazioni, ma anche le consultazioni e le consulenze.

L’Ulss 4 spiega che il call center risponde al numero 848000922, dal lunedì al venerdì: dalle 8 alle 10 è possibile  prenotare una visita a domicilio, riservata ai pazienti non trasportabili in ambulatorio per gravità;  dalle 10 alle 16 si può invece prenotare una visita ambulatoriale dal proprio medico, richiedere prescrizioni di farmaci ripetibili o impegnative di visite ed esami di controllo, oppure un consulto telefonico, un’informazione o un consiglio. Il numero è attivo anche per le urgenze: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 10. Il costo della chiamata è pari ad uno scatto alla risposta. È possibile prenotare anche da qualsiasi computer, collegandosi all'indirizzo internet www.ulss4.veneto.it/medicodifamiglia/segreteria.

Al progetto hanno aderito i medici Fabio Casalini, Paola Gennaro, Paolo Gasparin,  Massimo Grotto e Luigi Stefano Tont. A questi, precisa l’Ulss 4, si aggiunge anche la dottoressa Alberta Pegoraro di Carrè, che fa parte della "Rete Salus". L’assenza imprevista del proprio Medico, continua l’azienda sanitaria, è gestita sempre tramite Call Center dagli altri Medici dell’associazione.

Secondo Daniela Carraro, Direttore Generale dell’Azienda Ulss 4, “si tratta del primo passo verso la costituzione della medicina di Gruppo Integrata di Piovene che si sta progettando di attivare in collaborazione con l’Amministrazione Comunale presso il Distretto Socio Sanitario di Piazzale Vittoria”.

Commenti

ilva sartori
Inviato Lunedi 29 Aprile 2013 alle 09:22

era più comodo recarsi dal medico
ilva sartori
Inviato Lunedi 29 Aprile 2013 alle 09:23

era più comodo recarsi dal medico
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

oggi alle 18:14 da Luciano Parolin (Luciano)
In Lista candidati PD per le regionali, gli indirizzi e criteri di Rolando (Area Civati)
C.v.d. Come volevasi dimostrare Caro Rolando. Una pagina completa per non dire nulla anzi inquinando ancor di più le già torbide acque del nostro sistema...partitico. Ho capito, siamo in campagna elettorale, ma invece di proporre cose Fattibili da inserire in un programma, si fa l'elogio del PD , versione Civati (pronto ad andarsene) e allora si comincia con "oggi il pd è pluralista e con diverse sensibilità" via siamo seri, pluralista di che, comanda Renzi che NON E' STATO ELETTO DA NESSUNO. Occorre innovare dice Rolando, o volevi dire ROTTAMARE quello che resta! E ancora "rappresentanza paritaria dei sessi" Da non credere, i sessi sono 2 o più? Dopo cinque anni siamo ancora alle quote rosa; parità di genere (sessi) liste alternate; quote rosa e infine......la ciliegina MASSIMA QUALIFICAZIONE di che? Qui ci vogliono titoli ed esami, con una domanda precisa: Cosa sa fare il candidato? Conosce Vicenza e le sue esigenze? Conosce un bilancio? Cosa si farà per la Sanità? Cosa farete per la Scuola? Cosa farete per i fiumi di Vicenza? Come andrà a finire per i Trasporti in Prov.? QUESTA E' POLITICA! Quello che scrivete voi è partitocrazie..politichese..storielle..insomma Balle da raccontare ai giovani portaborse ..Europei! Fracasso va bene, ho seguito il suo lavoro. E dunque il minor...appeal nel confronto ... E qui ci risiamo:le candidate devono essere belle, biond, occhi azzurri, coscia lunga, anche se non capiscono..niente? Così si faceva 7 anni orsono. Altro che innevamento pardon innovazione. Amen. Esiste nel Circolo 6 , un metodo scientifico per la formazione delle liste, chiedete a Vivian se si ricorda. Amen. Ecco....la Nostra concezione della democrazia..Evviva! Mala tempora currunt.

Sabato 24 Gennaio alle 07:56 da commentariogiornale
In TAC, Leder: Vicenza è ufficialmente sotto osservazione dall'Unesco
Ma avete letto la lettera del WHC? È' una banale, seppur cortese, risposta ad una segnalazione. Pensate veramente che l'Unesco possa avere una decisiva azione sulla gestione del territorio? Vi sbagliate di grosso. La tutela delle città' e del paesaggio viene principalmente da noi stessi , dalla nostra cultura e sensibilità e non da associazioni che abbiamo creato solo per darci la parvenza di far parte di un club esclusivo. Quante città non sono iscritte nell'elenco dell'unesco e pure sono bellissime tanto quanto Vicenza.... Mi fa sorridere la sig.ra Leder, che tanto rimarca il fatto di rappresentare l'università di Ferrara magari con inglesismi tipo Department of Architecture of University of Ferrara , quando parla di pianificazione urbanistica di qualità. Mi chiedo dov'era nei decenni scorsi quando si compiva lo scempio della città con la costruzione di modeste periferie ed orrendi edifici? forse era troppo impegnata a insegnare teorie dell'urbanistica? Si perché la Prof. Leder non è' propriamente uno storico dell architettura o dell'arte o del paesaggio ma insegna "teorie" per l'appunto. Quindi perché solo ora se ne viene fuori pontificando a destra e a manca? forse la crisi spinge la gente a cercare nuove opportunità? Magari con qualche incarico ? A Vicenza non servono i professoroni, serve un serio tavolo di confronto tra e con i cittadini per ricreare quella sensibilità perduta dopo decenni di brutture. Il tema della Tav/Tac e' talmente devastante che potrebbe innescare tutto .questo .Per concludere cito un detto: "chi sa fa e chi non sa insegna".
Gli altri siti del nostro network